BANDI & FINANZIAMENTI

Tu sei qui

Versione stampabileVersione stampabile

BANDI & FINANZIAMENTI

NEWS -  ALTRI BANDI ATTIVI 2020:

BANDI REGIONE VENETO:

1) IMPRESE ARTIGIANE: BANDO PER L’ACQUISTO DI CONSULENZE SPECIALISTICHE IN MATERIA DI DIGITALIZZAZIONE E PASSAGGIO GENERAZIONALE - 

 PER VISUALIZZARE IL BANDO: PAGINA DEDICATA

2) Bando per l'erogazione di contributi finalizzati all'efficientamento energetico delle PMI - POR FESR 2014-2020. Asse 4 Azione 4.2.1. 

PER VISUALIZZARE IL BANDO: PAGINA DEDICATA

3) Sostegno per l'acquisto di servizi per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese POR FESR 2014-2020. Asse 1. Azione 1.1.2 - Data scadenza: 23/02/2021 17:00

PER VISUALIZZARE IL BANDO:  PAGINA DEDICATA

4) “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI” - POR FESR 2014-2020. Asse 3. Azione 3.4.2  - Data scadenza: 25/02/2021 17:00

Tali servizi specialistici dovranno essere erogati da fornitori registrati sul “Catalogo dei fornitori” pubblicato sul portale regionale Innoveneto (www.innoveneto.org).

PER VISUALIZZARE IL BANDO: PAGINA DEDICATA

PER INFORMAZIONI SU ALTRI BANDI ATTIVITI DELLE REGIONE VENETO - VISITA LA SEZIONE 

BANDI DELLA REGIONE VENETO


BANDI MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO: IN EVIDENZA

1) BREVETTI , DISEGNI E MARCHI

Le imprese, piccole e medie imprese potranni presentare la richiestaaccesso agli incentivi per l’acquisto di servizi, fino all’esaurimento delle risorse, a partire: 

- dal 30 gennaio 2020 per le doper le domande relative al bando Brevetti+,  gestiti da Invitalia

-  dal 27 febbraio 2020 per le domande relative al bando Disegni+,  gestiti da Unioncamere;

- dal 30 marzo 2020 per le domande relative al bando Marchi+, gestiti da Unioncamere; 

Per INFORMAZIONI SU ALTRI BANDI ATTIVITI MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO VISITA IL SITO:

 SEZIONE IMPRESE DEL MINISTERO

 
 

 

COSA A CHI E' RIVOLTA ENTRO QUANDO COSA FINANZIA  AGEVOLAZIONI LINK
Smart & Start Startup innovative di micro e piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi al momento della presentazione della domanda. È possibile costituire la società anche in seguito alla presentazione della domanda di agevolazioni Esaurimento fondi Iniziative che realizzino piani di impresa: a)  caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o b)  mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o c)  finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.   I programmi di investimento e i costi di esercizio complessivamente devono prevedere spese ammissibili alle agevolazioni non superiori a € 1.5 milioni e non inferiori a € 100 mila.  Finanziamento a tasso zero, cioè, senza interessi, di importo pari al 70% delle spese ammissibili. L’importo del finanziamento agevolato è pari all’80% delle spese ammissibili nel caso in  cui la compagine, alla data di presentazione della domanda, è interamente costituita da giovani under 36  e/o da donne, oppure preveda la presenza di almeno un esperto, in possesso di titolo di dottore di ricerca o equivalente da non più di 6 anni e impegnato stabilmente all'estero in attività di ricerca o didattica da almeno un triennio.  I programmi di investimento devono essere realizzati entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.
Por Fesr 2014-2020 Aziende iscritte al Registro delle Imprese da più di 12 mesi dalla data di apertura dei termini per la presentazione della domanda e che esercitano un’attività economica classificata con Codice Ateco 2007 indicati in ciascun bando & per Azione 3 esclusivamente Bando rivolto alle start up, rivolto ache a soli progetti d'impresa. Verificare apertura bandi per ciascuna ASSE D'AZIONE Ciascuna linea d'azione finanzia specifiche spese collegate all'oggetto del Bando La maggior parte dei Bandi prevedono una parte del finanziamento a Fondo Perduto
Programma per lo Sviluppo Rurale 2014 -2020 E' un fondo  dedicato all'incentivazione delle attività agricole ed aree rurali, attraverso linee di agevolazione specifica per varie categorie di investimenti. Il Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014-2020, costituisce lo strumento di programmazione per lo sviluppo rurale regionale che concorre, assieme agli altri fondi strutturali e di investimento europei (SIE). Elenco Bandi e Finanziamenti attivi Finanzia specifiche categorie di investimenti La maggior parte dei Bandi prevedono una parte del finanziamento a Fondo Perduto
Piano Nazionale Impresa 4.0 Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) è l'occasione per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla quarta rivoluzione industriale. Esaurimento risorse Le principali misure previste dal piano sono le seguenti: Iper e Super ammortamento, Nuova Sabatini, Fondo di Garanzia, Credito d'Imposta R&S, Incentivi e Misure per Startup e PMI Innovative, Patent Box. Tutte le opportunità di finanziamento all'innovazione a livello nazionale e regionale:  Piano Nazionale Impresa 4.0
Sabatini Micro, piccole e medie imprese (PMI) Esaurimento risorse Sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali Concessione da parte di banche e intermediari finanziari di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura, nonché di un contributo da parte del Ministero dello sviluppo economico rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti. L’investimento può essere interamente coperto dal finanziamento bancario (o leasing). Il finanziamento, che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese” fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso, deve essere: non superiore ai 5 anni, importo compreso tra 20 mila e 2 milioni di euro, interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili. Il contributo del Ministero dello sviluppo economico è un contributo il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento della durata di cinque anni e di importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al: 2,75% per gli investimenti ordinari  e 3,575% per gli investimenti in tecnologie digitali e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. 
Partecipazione a fiere e mostre nei paesi Extra UE Piccole e medie imprese (PMI) escluse Agricoltura, Silvicoltura, Pesca tutte le attività e attività dei mattatoi Esaurimento risorse, la domanda deve essere presentata prima della data di inizio della fiera/mostra Effettuazione di spese per la partecipazione ad una o più fiere e/o mostre da realizzarsi al massimo in tre Paesi di destinazione che non sono membri dell'Unione Europea: Spese area espositiva, spese logistiche, spese promozionali, spese consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra. Devono essere sostenute dall’impresa nel periodo che decorre dalla data di presentazione della domanda e termina 12 mesi dopo la data di stipula del contratto. Massimo 100mila € per ogni PMI. Il finanziamento può coprire fino al 100% dell'importo preventivato e può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria "de minimis" ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394 (35% dei ricavi medi dell'ultimo triennio). Il finanziamento non può superare il limite del 10% del fatturato dell'ultimo esercizio.
Patrimonializzazione delle PMI esportatrici Piccole e medie imprese aventi sede legale in Italia, costituite in forma di società di capitali e che abbiano realizzato, nei 3 esercizi precedenti la domanda di finanziamento, un fatturato estero pari, in media, ad almeno il 35% del fatturato totale. Esaurimento fondi Accrescerne la competitività sui mercati esteri Il finanziamento è concesso fino ad un massimo di 400.000,00 euro, tenuto conto del limite del 25% del patrimonio netto dell’impresa e comunque nei limiti previsti dal Regolamento UE n.1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore "de minimis". Il tasso agevolato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento. Il finanziamento agevolato deve essere garantito in tutto o in parte in funzione del livello di solidità patrimoniale dell’impresa. 

 

Ti è stata utile questa pagina?: 
No votes yet

Contenuto aggiornato al:31 Gen 2020